Sciopero Fiom: studenti in piazza con i metalmeccanici

by / Commenti disabilitati su Sciopero Fiom: studenti in piazza con i metalmeccanici / 12 View / 9 marzo 2012

Share

Un corteo enorme, una piazza stracolma di gente che non si rassegna, che non abbassa la testa davanti ai ricatti di Marchionne, simbolo di una crisi sempre più drammatica e di una ottusa avidità.

Sono tantissimi gli studenti in corteo, partiti da Piazzale Aldo Moro, di fronte alla Sapienza e poi riunitisi con i lavoratori della FIOM a piazza della Repubblica, inondando le strade della capitale fino a piazza San Giovanni e poi proseguendo fino alla sede dell’INPS, per rivendicare una riforma del welfare contro la precarietà.

Un corteo straordinario, la miglior risposta a chi crede che la crisi possa essere uno strumento per spaventare i cittadini e sospendere la democrazia, nelle scuole e università, nelle fabbriche, nel Paese.

La nostra non è una “semplice” solidarietà nei confronti dei  metalmeccanici FIOM discriminati dalle politiche FIAT, non è solo solidarietà con chi oggi vede i propri diritti cancellati. Lottiamo perché sappiamo che i diritti dei lavoratori sono anche i nostri, che la democrazia nei luoghi di lavoro è necessaria alla democrazia nel nostro paese.

Oggi in piazza abbiamo ribadito che non ci stiamo a essere utilizzati dal governo come carne da macello. Non accettiamo che la precarietà e l’assenza di diritti e di welfare che da anni denunciamo sia utilizzata come grimaldello per abbattere ciò che resta del diritto del lavoro in questo paese. Sappiamo che non c’è futuro se non nell’unità tra le generazioni per la conquista di nuovi diritti e nuove tutele. Torneremo presto in piazza, rivendicando la difesa del contratto nazionale, la cancellazione della precarietà, un nuovo welfare universale.

Rete della Conoscenza