[Roma] Beni culturali: tra prospettive lavorative e futuro del patrimonio

by / Commenti disabilitati su [Roma] Beni culturali: tra prospettive lavorative e futuro del patrimonio / 74 View / 8 aprile 2015

Share

Archeologo? Archivista? Bibliotecario? Storico dell’arte? Restauratore?
Qual è il nostro futuro?

In questa prima assemblea sui Beni Culturali sarà affrontata nello specifico la riforma introdotta dalla Legge Madia (n° 104/2014), che per la prima volta in Italia istituisce appositi elenchi professionali per gli operatori legati ai beni culturali (archeologi, archivisti, bibliotecari, restauratori, storici dell’arte), ma che allo stesso tempo non definisce i requisiti necessari per l’iscrizione agli stessi, che saranno sanciti dai decreti attuativi della legge, in attesa di approvazione.

E’ dunque necessario un confronto e un dibattito sul tema, per comprendere l’evoluzione del fenomeno, capire qual è il futuro del patrimonio.

Inoltre, più in generale, la discussione si sposterà sul ruolo del Governo e delle istituzioni nella gestione e la fruibilità pubblica del patrimonio artistico e culturale italiano, e, in particolare, riguardo alla situazione precaria e scarsamente retribuita in cui si trovano i lavoratori del settore, alle forme alternative, economiche e di bassa professionalità adottate nella cura del patrimonio (non ultimo il ricorso al volontariato).

L’iniziativa vedrà ospiti un rappresentante dell’Associazione Nazionale Archeologi (ANA) ed un esponente di Link-Coordinamento Nazionale Universitario. Modera Martina Iele, di Link Roma Tre.

QUI il link all’evento

LINK ROMA TRE