Padova: Scienze Politiche occupata

Padova: Scienze Politiche occupata

by / Commenti disabilitati su Padova: Scienze Politiche occupata / 31 View / 24 novembre 2010

Share

Quelle che stiamo vivendo sono giornate decisive per una battaglia, quella contro il DDL Gelmini, che dura ormai da circa 2 anni, quando di fronte al grande movimento dell’Onda Anomala il Governo decise di far slittare la presentazione di quel disegno di legge che altro non è che l’atto finale di un progetto più complessivo di smantellamento dell’università e dell’intero mondo della formazione, operato indifferentemente da governi di centro-destra e centro-sinistra.

Ma oggi è in gioco molto di  più! Respingere il DDL Gelmini significa infatti respingere  tutte quelle politiche di austerity, di precarietà e di cancellazione di diritti che più che mai in questo periodo di crisi si stanno abbattendo sulle teste di tutti i settori più deboli e poveri della società. Inoltre, vista la drammatica situazione in cui versano Berlusconi&Co. , significherebbe dare il colpo di grazia e mandare a casa questo governo indegno e sempre più autoritario. Respingere il DDL significa, insomma, riprendersi il proprio futuro.

È  per questo che questa sera , sulla scia delle mobilitazioni e delle iniziative di ricercatori e studenti che stanno dilagando in tutto il paese, dalla facoltà di Scienze Politiche Pre-Occupata abbiamo deciso di accogliere l’appello lanciato da Palazzo Campana a Torino e dalla Sapienza a Roma a bloccare gli atenei e le città.
Da questa notte resteremo dentro gli spazi della Facoltà di Scienze Politiche che dichiariamo quindi da questa sera Occupata.

Da domani mattina, mercoledì 24, saremo fuori dai portoni così come accadrà anche nelle facoltà di Lettere e Filosofia, Psicologia e Scienze per tornare a dar vita ad una grande e diffusa giornata di mobilitazione per respingere il DDL!

Se non ora quando?

Scienze Politiche Occupata