Napoli: campagna per la riforma degli appelli

by / Commenti disabilitati su Napoli: campagna per la riforma degli appelli / 27 View / 7 dicembre 2011

Share

Da ormai più di due mesi le studentesse e gli studenti de L’Orientale sono impegnati nella raccolta firme a sostegno della campagna per la riforma degli appelli. Più di 600 firme sono state raccolte, ma questo non basta!

I rappresentanti di Link Napoli hanno portato la proposta, elaborata insieme ad alcuni studenti, in Consiglio degli Studenti (organo consultivo e propositivo) e in Senato Accademico. La discussione si è poi spostata nelle singole presidenze dove diverse problematiche sono state poste all’attenzione degli studenti (mancanza di spazi, problemi di natura organizzativa etc.).

Sicuri che ogni problema di natura organizzativa possa essere superato e che è anche interesse dell’Università permettere agli studenti di laurearsi nei tre anni previsti dall’ordinamento (essendo collegato al numero di fuori corso l’erogazione di una quota maggiore di fondi) oltre che un diritto per tutti gli studenti, promuoviamo un momento di confronto tra studenti e rappresentanti circa lo stato dell’opera e le modalità attraverso cui continuare a portare avanti le nostre rivendicazioni.

VOGLIAMO LAUREARCI —> VOGLIAMO PIù APPELLI!

Gli studenti di Link Napoli accogliendo il malcontento degli studenti dell’Orientale in merito all’organizzazione degli appelli di tutte le facoltà, propongono la modifica dei regolamenti didattici, nella fattispecie art. 14 per studi arabo islamici e del mediterraneo; art. 13 lettere e filosofia; art. 20 Scienze politiche; l’aggiunta di un articolo specifico per la facoltà di lingue.

Pertanto proponiamo che che le tre sessioni già previste per la facoltà di Scienze politiche vengano estese anche alle altre facoltà dell’Orientale. Chiediamo, inoltre, che per la sessione di febbraio e estiva vengano predisposte tre date. Oltre al mantenimento delle sessioni straordinarie per gli studenti fuori corso, chiediamo che le date nelle quali è possibile effettuare gli scritti delle lingue vengano aumentate almeno a due nelle sessioni di febbraio e estiva e che vengano previste date per gli scritti anche per gli studenti fuori corso nelle sessioni di aprile e novembre/dicembre. Chiediamo, inoltre, che venga rimosso l’obbligo di rimandare alla sessione successiva una prova d’esame non superata.

Tale riorganizzazione degli appelli segue comunque il vincolo previsto da tutti i regolamenti di non pregiudicare con queste date l’attività didattica, poiché gli esami avrebbero luogo in un periodo già destinato alle verifiche del profitto.

 

ASSEMBLEA DI INFORMAZIONE E COORDINAMENTO

14 dicembre Palazzo Giusso – ore 15.00
Aula MatteoRipa

 

Link Napoli