[Lecce] Resta attivo l’abbonamento agevolato per studenti. Link: “Paura per i prossimi anni”

by / Commenti disabilitati su [Lecce] Resta attivo l’abbonamento agevolato per studenti. Link: “Paura per i prossimi anni” / 16 View / 25 novembre 2014

Share

Resta attivo, almeno per ora, il trasporto agevolato per gli studenti. Nell’ultima seduta del consiglio di amministrazione dell’Università del Salento si è votato il rinnovo della Convenzione sui trasporti per le linee urbane Sgm che consentirà una riduzione del prezzo del 34, 30 per cento sugli abbonamenti. In particolare, l’abbonamento ordinario mensile per tutte le linee costerà 19 euro al posto di 29 euro e l’abbonamento ordinario mensile per le sole linee 27 costerà 15,90 al posto di 24,20 euro.

La convenzione nasce nel mese di ottobre del 2013, quando, alla fine del corteo studentesco che si concluse sotto il Comune, l’associazione Link Lecce – Coordinamento universitario ottenne un incontro con Comune, Sgm, Università e Adisu. In quell’incontro fu garantita una copertura economica per la convenzione di durata biennale, mettendo a disposizione un totale di 90mila euro.

“Per il secondo anno consecutivo si è riusciti a rinnovare una convenzione che permetterà agli studenti di usufruire di abbonamenti a prezzi più favorevoli, nel riconoscimento del diritto allo studio e alla mobilità, che costituisce un diritto inalienabile che supera le logiche del semplice viaggiare e si traduce in uno strumento indispensabile per raggiungere i luoghi della formazione, per intessere relazioni sociali e sviluppare la propria attività”, hanno dichiarato i portavoce.

Tuttavia, Link Lecce – Coordinamento universitario ha espresso la preoccupazione per il rinnovo della convenzione nel prossimo anno. Ad oggi infatti, non sono stati ancora individuati i fondi dal bilancio d’Ateneo per permettere il rinnovo della convenzione anche nei prossimi due anni. “Ci auspichiamo, pertanto, che l’ateneo salentino nel Bilancio di previsione 2015, che verrà approvato e discusso a dicembre, continui il suo investimento sul diritto allo studio per garantire una reale mobilità degli studenti salentini”.

Fonte LeccePrima