[Lecce] Numero chiuso a Ingegneria, bocciata proposta di LINK

by / Commenti disabilitati su [Lecce] Numero chiuso a Ingegneria, bocciata proposta di LINK / 85 View / 9 aprile 2014

Share

IL CONSIGLIO DI FACOLTA’ BOCCIA LA PROPOSTA DI ABOLIRE IL NUMERO PROGRAMMATO DEI CORSI DI LAUREA DI INGEGNERIA

Nello scorso Consiglio di Facoltà di Ingegneria, i docenti hanno deciso di non eliminare il numero programmato per l’accesso ai corsi di laurea della Facoltà, nonostante la proposta era stata approvata all’unanimità nei tre Consigli Didattici di Civile, Industriale e Informazione. Unici contrari i rappresentanti di LINK & Freccia, Carlo Monticelli e Sushil Prajapat.

Come Link Lecce ci opponemmo tre anni fà all’inserimento del numero chiuso. Quest’anno siamo stati tra i promotori della sua cancellazione, in quanto crediamo che rappresenti solo una inutile barriera d’accesso al sistema formativo, che impedisce a decine di studenti e studetesse di intraprendere gli studi desiderati.

La Facoltà dovrebbe interrogarsi su come fare a recuperare il gap formativo che lo studente avverte quando inizia il proprio percorso universitario, e non impedire che gli studenti possano accedervi.

E’ inoltre incomprensibile come la Facoltà si sia arrogata il diritto di riggettare il parere positivo di tutti e tre i Consiglio Didattici, quando ormai è evidente come il numero chiuso è stata una scelta fallimentare, che ha portato solo un calo delle immatricolazioni.

Il numero chiuso è stato fallimentare rispetto alla prerogativa posta. Infatti, da un lato ha portato alla diminuzione del numero delle immatricolazioni, e dall’altro lato non è stato strumento di selezione, in quanto non si è mai raggiunta la capienza massima dei corsi. Negli ultimi due anni si sono dovuti riaprire i termini di iscrizione per permettere di racimolare qualche studente in più.

Di fronte al costante dato del calo delle immatricolazioni, la Facoltà continua a dare risposte sbagliate, che non si traducono in aiuti da fornire agli studenti in ingresso, miglioramenti per la didattica e adeguamenti del programma e del carico degli insegnamenti.