[Lecce] Approvato regolamento studenti part-time in Cda

by / Commenti disabilitati su [Lecce] Approvato regolamento studenti part-time in Cda / 156 View / 12 giugno 2014

Share

QUANDO E’ STATA INTRODOTTA LA FIGURA DELLO STUDENTE PART TIME?

L’introduzione della figura dello studente a tempo parziale all’interno del nostro ateneo è una battaglia che Link Lecce ha sempre portato avanti nel corso degli anni, in quanto rappresenta una forma per permettere agli studenti lavoratori (e non) di iscriversi al nostro ateneo senza risultare fuori corso dopo soli 2-3 anni dall’immatricolazione.

Gli studenti che sono costretti a lavorare per pagarsi gli studi sono moltissimi, la maggior parte con contratti saltuari e in nero, e rappresentano un pezzo di economia sommersa che svolge i lavori che permettono alla città di Lecce di andare avanti.

Quest’anno finalmente le nostre richieste sono state accolte e la figura dello studente a tempo parziale è stata inserita sia nel nuovo Statuto d’Ateneo sia nel Manifesto degli Studi.

QUALI SONO LE NOSTRE CRITICHE?

Le critiche che abbiamo mosso sono:

– l’impossibilità per gli studenti fuori corso di passare da studente full-time a studente part-time. Riteniamo infatti che coloro che in questo momento necessitino maggiormente di questo passaggio siano proprio gli studenti fuori corso (in particolare dell’ordinamento 509) che spesso lavorano (o hanno lavorato) e che quindi si sono arretrati con gli studi;

– un sistema di tassazione che preveda il pagamento, per gli studenti a tempo parziale, del 50% dei contributi ordinari rispetto a quelli pagati dagli studenti a tempo pieno.

CHE COS’E’ LA FIGURA DELLO STUDENTE PART TIME?

Lo studente a tempo parziale è una figura legislativa per la quale è prevista una durata amministrativa del corso di studi più lunga rispetto a quella di uno studente a tempo pieno (le triennali non in 3 ma in 6 anni, le magistrali non in 2 ma in 4 anni circa). La durata legale del corso di studi invece rimane invariata, ovvero lo studente anche se si laurea in 6 anni, non risulterà fuori corso, ma sempre in corso (ovviamente dopo il sesto anno anche lo studente part-time risulta fuori corso).

Ogni anno lo studente part-time può conseguire tra i 25 o i 36 CFU (il numero lo concorda con la propria facoltà), se nel corso dell’anno supera il tetto di CFU concordati passerà automaticamente ad essere considerato uno studente full-time.

Chi può iscriversi come studente part-time? Bisogna avere il contratto di lavoro?

Per l’AA 2011\12 è stata avviata una fase sperimentale, per questo motivo fino a quest’anno potevano iscriversi come studente a tempo parziale solo le matricole dei corsi di primo e secondo livello. Non era permesso il passaggio agli studenti già iscritti.

Per l’AA 2013\14 l’amministrazione ha approvato le nostre proposte e  dal prossimo anno sarà possibile iscriversi come part time anche per gli studenti iscritti ad anni successivi al primo.

L’amministrazione non ha voluto approvare la nostra proposta di estendere questa possibilità agli studenti fuori corso.

Non è prevista la presentazione di un contratto di lavoro, in quanto la figura dello studente a tempo parziale non è legata all’attività lavorativa, ma è una scelta che può praticare qualunque studente.

Come ci si iscrive? Cos’è il contratto?

Gli studenti che intendono iscriversi come studenti a tempo parziale devono presentare alla facoltà una proposta di sottoscrizione del contratto di studio a tempo parziale, le scadenze per il prossimo anno saranno stabilite dal nuovo Manifesto degli Studi. 

Il contratto stabilisce la durata concordata del corso, il numero dei crediti formativi da conseguire nell’anno per conservare lo status di studente a tempo parziale e il regime dei contributi da pagare. Definisce inoltre le modalità ed i tempi di organizzazione della didattica, la ripartizione delle attività formative e dei relativi crediti.

A quanto ammontano la seconda e terza rata?

I contributi da pagare come studente a tempo parziale IN TOTALE variano tra il 68% (concordando 24 CFU l’anno) e il 72% (concordando 36 CFU l’anno). In particolare ogni anno lo studente a tempo parziale dovrà pagare dei contributi universitari: il 90% il primo anno, l’80% il secondo anno, il 70% il terzo anno , il 60% per il quarto anno e gli anni successivi.

Noi abbiamo richiesto il pagamento del 50% fisso dei contributi universitari annuali, ma su questo l’amministrazione sembra inamovibile.

Dove poi leggere il Regolamento?

Invitiamo gli studenti a leggere, in maniera completa, il regolamento prima di scegliere di iscriversi a studente a tempo parziale.

 

Il nuovo regolamento sarà inserito nel Manifesto degli Studi del prossimo anno, che sarà discusso a breve dagli organi accademici.