Foggia: I Diritti Che Non Vogliamo Perdere

by / Commenti disabilitati su Foggia: I Diritti Che Non Vogliamo Perdere / 12 View / 6 marzo 2012

Share

E’ ormai un dato di fatto non più noto solo ai professionisti del settore che le relazioni industriali ed il diritto sindacale stanno ormai mutando radicalmente nel nostro paese.

Una considerazione così importante viene avvalorata da consistenti prove tra cui: la dismissione del contratto collettivo nazionale, i contratti separati di Pomigliano d’Arco e Mirafiori (e la conseguente cacciata della FIOM, il più antico e rappresentativo sindacato metalmeccanico d’Italia, dalle fabbriche della comparto auto della Fiat), l’uscita di FIAT da Confidustria e la quasi-fusione con Chrysler, l’art. 8 della L. 148/2011 che determinerà i licenziamenti facili ed in ultimo la attualissima trattativa tra Governo ed Organizzazioni Sindacali (CGIL-CISL-UIL) e Datoriali (CONFINDUSTRIA) che dovrebbe condurre ad una Riforma del Mercato del Lavoro e forse anche all’eliminazione dell’art. 18 dello Statuto dei Lavoratori.

LINK FOGGIA, sindacato universitario da sempre attento non solo alle vicende prettamente studentesche, rilancia i temi del Lavoro, della Precarietà e della tutela dei Diritti Sindacali con un dibattito organizzato presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Foggia dal titolo “I Diritti Che Non Vogliamo Perdere!”, cui parteciperanno:

Prof. Marco Barbieri, Ordinario di Diritto del Lavoro – Università degli Studi di Foggia;
Giovanni Barozzino e Marco Pignatelli, Operai FIOM dello stabilimento SATA di Melfi vincitori del ricorso ex art.28 contro la FIAT;
Antonio Marciello – Lavoratore foggiano licenziato e poi riassunto con ricorso ex art. 18.

 

Facoltà di Giurisprudenza (Largo Papa Giovanni Paolo II, n.2)
Giovedi 08 marzo ore 9:30