E’ INACCETTABILE L’INGRESSO VIOLENTO DELLE FORZE DELL’ORDINE DENTRO L’AULA STUDIO A BOLOGNA

by / Commenti disabilitati su E’ INACCETTABILE L’INGRESSO VIOLENTO DELLE FORZE DELL’ORDINE DENTRO L’AULA STUDIO A BOLOGNA / 288 View / 10 febbraio 2017

Share

Quanto successo ieri a Bologna è inaccettabile. Lo sgombero della biblioteca di Via Zamboni 36 a colpi di manganello è un fatto gravissimo. La celere ha letteralmente aggredito gli studenti e le studentesse che ieri hanno autogestito l’aula studio dopo la chiusura da parte dell’ateneo, assurda risposta all’eliminazione dei tornelli per il controllo degli ingressi. E’ inaccettabile e vergognoso che vengano chiusi ed infine sgomberati con la forza i luoghi, di per sè pubblici ed aperti a tutti e tutte, e a cui studenti e studentesse hanno diritto di accedere liberamente.

Sempre più spesso negli ultimi anni le amministrazioni universitarie piuttosto che confrontarsi con le istanze degli studenti, reprimono le forme di dissenso e autogestione, anche con la forza bruta. Le nostre università sono dell’intera comunità: limitare l’accesso, chiudere le aule studio, caricare a freddo gli studenti e le studentesse che la autogestiscono è inaccettabile! Queste follie sono il frutto di una progressiva trasformazione delle nostre accademie, sempre più incapaci di arricchire il territorio in cui sono inserite e sempre più chiuse in se stesse, escludendo non solo la città ma gli studenti stessi”.

Quella del Rettore è una scelta folle e assurda che ha chiaramente alimentato tensioni che fino a quel momento non c’erano. Un’inutile prova di forza e di repressione che pensiamo debba interrogare profondamente l’Università di Bologna. Chiederemo a Senato Accademico e Consiglio degli studenti – come rappresentanti degli studenti e delle studentesse di Link Bologna – di esprimere netta condanna della gestione da parte dell’amministrazione. Diciamo sin da subito che non accetteremo eventuali misure giudiziarie e provvedimenti disciplinari verso gli studenti coinvolti nei fatti di ieri.