DOPO LE MOBILITAZIONI VIENE APPROVATO L’EMENDAMENTO CHE SANA L’IVA PER GLI ENTI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO. ORA MAGGIORI INVESTIMENTI!

by / Commenti disabilitati su DOPO LE MOBILITAZIONI VIENE APPROVATO L’EMENDAMENTO CHE SANA L’IVA PER GLI ENTI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO. ORA MAGGIORI INVESTIMENTI! / 187 View / 29 maggio 2017

Share

Dopo la bocciatura da parte del governo degli emendamenti di venerdì scorso a causa di mancanza di copertura economica, a cui hanno seguito le tante mobilitazioni e azioni di queste settimane, oggi in commissione è stato approvato l’emendamento 2 bis all’interno del PDL 4444, cosiddetta “Manovrina”.
Se da un lato l’emendamento norma il regime IVA degli Enti del Diritto allo Studio Universitario inserendo una sanatoria riguardante la restituzione delle detrazioni svolte dagli Enti prima dell’entrata in vigore della suddetta legge, richiesta dall’Agenzia delle Entrate, dall’altro norma il regime IVA degli Enti del Diritto allo Studio Universitario, prevedendo il mutamento di regime fiscale delle operazioni attive.

Finalmente dopo le tante azioni, mobilitazioni e assemblee di queste settimane è stato inserito l’emendamento senza il quale si sarebbe messo a rischio il sistema di diritto allo studio, con un taglio dei servizi e una riduzione delle borse di studio in molte Regioni.
Continueremo a vigilare fino a quando non si risolverà definitivamente il problema IVA. Inoltre con l’attuale adeguamento sarà necessario ampliare gli investimenti: stimiamo 30 milioni aggiuntivi annuali per le regioni, che altrimenti dovrebbero ridurre i servizi di diritto allo studio e la loro qualità. Solo in Toscana ad esempio il cambio di normativa comporterà una perdita dell’ente di 2,8 mln a bilancio, ma non possiamo permetterci nuovi idonei non beneficiari, né in Toscana né altrove! 

Adesso sono necessari maggiori risorse per il sistema di diritto allo studio nazionale, con una copertura idonea a garantire servizi di qualità e per coprire ancora i tanti idonei non beneficiari di borse di studio. Siamo pronti a nuove mobilitazioni per garantire a tutti e tutte il diritto allo studio!