Cresce il numero di esclusi a causa del nuovo isee a Roma e Milano

by / Commenti disabilitati su Cresce il numero di esclusi a causa del nuovo isee a Roma e Milano / 421 View / 1 novembre 2015

Share

Nei giorni scorsi sono state pubblicate le graduatorie definitive e provvisorie nel Lazio ed in Lombardia su posti alloggio e borse di studio. Risultati che, come  era prevedibile, subiscono  le conseguenze del nuovo  calcolo Isee imposto a livello Nazionale.

SITUAZIONE A ROMA

In base ai dati, sulla città di Roma, questo è il quadro che si prospetta:

-Matricole:

Aventi diritto: 1301

Vincitori: 450

Idonei: 836

Esclusi: 955 di cui

182 a causa dell’ ISP oltre il limite;

173 a causa Isee universitario non presente in banca dati Inps.

Anni Successivi:

Aventi diritto: 1289

Vincitori: 1289

Esclusi: 504 di cui

136 a causa dell’ ISP oltre il limite;

122 a causa dell’ Isee universitario non presente in banca dati INPS;

17 per numero crediti dichiarato superiore al limite previsto DPCM.

[Su questo punto abbiamo già chiesto chiarimenti all’ amministrazione, essendo IMPOSSIBILE che studenti vengano esclusi perché in possesso di troppi crediti]

Dottorandi:

Vincitori: 44;

Esclusi: 7 di cui 3 a causa dell’ Isee universitario non presente banca dati INPS.

Da ciò emergono alcune importanti considerazioni:

-Rimane su Roma il problema generale e strutturale di ben 80.000 studenti fuori sede  e solo 1783 posti alloggio disponibili;

-I dati sugli idonei non vincitori [che riguardano solo le matricole] risultano falsati dal numero elevatissimo di esclusi a causa del nuovo calcolo Isee.   Da una lettura superficiale dei risultati si potrebbe trarre come conseguenza una diminuzione degli idonei rispetto allo scorso anno. Tuttavia, ciò deriva dal nuovo indicatore Isp che ha, di fatto, escluso dalla platea dei beneficiari centinaia di studenti e studentesse. A complicare ulteriormente il quadro ed ad incidere notevolmente sugli esclusi è stato, inoltre, la riforma completa dell’ Isee che, entrata in vigore senza alcuna fase di sperimentazione, ha portato a numerose incertezze sulla presentazione dei moduli a causa di diatribe tra Inps e Caf.

Insomma a pagare le conseguenze di questo nuovo sistema siamo ovviamente noi, studenti e studentesse, con redditi al di sotto della soglia di povertà esclusi volontariamente dai benefici.E’ ovvio, infatti, che il nuovo calcolo ISEE ha come unico fine quello di ridurre la platea degli aventi diritto, costringendo migliaia di studenti ad abbandonare il proprio percorso formativo.

Per questo, da tempo , è partita la Campagna “Io non rinuncio” con cui stiamo chiedendo con forza:

-di intervenire con una normativa di modifica del dpcm 159/13 escludendo la borsa di studio e l’assegno per le 200 ore al fine del conteggio dei redditi necessario alla determinazione dell’ indicatore della situazione economica equivalente di un nucleo familiare.

 –di abolire l’Ispe come parametro scisso dall’Isee per l’accesso ai benefici del DSU; di rimodulare la soglia Isee a livello nazionale alzando il massimale a 23000 in modo da mantenere una percentuale tra idonei e richiedenti in linea con quella dell’anno scorso ( basandosi su dati del Ministero del Lavoro);

di effettuare una sanatoria per coloro che quest’anno hanno il parametro Isee entro la soglia massima prevista da ciascun bando regionale ma che non risultano idonei causa Ispe – per tali studenti si prevede l’inserimento in una seconda graduatoria per i benefici di accesso al DSU che sarà considerata in subordine all’ordinaria graduatoria degli idonei i quali rientrano nei parametri stabiliti dai singoli bandi regionali;

-di  prevedere uno stanziamento in Legge di Stabilità di 400 milioni nel capitolo del Diritto allo Studio, constatando che in tale legge non è previsto alcun finanziamento su questo tema.

Inoltre, riteniamo necessario che:

l’ assessore regionale al diritto allo studio, Smeriglio, prenda immediatamente posizione contro quanto sta avvenendo a causa del nuovo calcolo Isee, anche nella  prossima conferenza Stato-Regioni;

le università effettuino l’ esonero dalla prima rata per tutti coloro che hanno Isee inferiore ai 23.000 euro, in linea con il valore richiesto per accedere alle borse di studio.

Non permetteremo a questo Governo ,attraverso un nuovo calcolo Isee semplicemente più ingiusto, di privare migliaia di studenti e studentesse della possibilità di proseguire i propri studi.                                                                                                                            

Ci siamo stancati di governatori miopi che continuano a considerare l’ istruzione come una semplice voce di bilancio da tagliare e non come una risorsa su cui investire.                                                                                                                                     

Chiunque, dalle istituzioni regionali a quelle universitarie, non prenderà parola su quanto sta accadendo deve essere considerato complice e connivente con questo progetto di distruzione definitiva del nostro, già precario, sistema di diritto allo studio.                                                                                                                                                              

Per quanto ci riguarda, noi continueremo a lottare per un’ università pubblica ed accessibile a tutti e tutte; continueremo a mobilitarci in ogni università, in ogni studentato,perché è necessario , ora più che mai, riappropriarci dei nostri diritti.

SITUAZIONE A MILANO

A Milano con la graduatoria provvisioria, arrivano i dati definitivi circa il numero di esclusi.

4181 idonei alla borsa di studio CIDiS a fronte di 6348 domande presentate.
Gli idonei passano da 5291 del 2014 a 4181 di quest’anno, con una riduzione del 20,98%.

Il dato è ancora più preoccupante perchè si colloca dopo anni di aumento del numero di borsisti.

A settembre abbiamo ottenuto un contributo straordinario di 1000 euro per tutti coloro che erano stati esclusi dal posto alloggio a tariffa agevolata. Ora è necessario organizzarci per ottenere subito un nuovo bando con soglie ISEE e ISPE più alte.
>>Entra nel gruppo FB per tutti gli esclusi: https://goo.gl/smFR3Y
>>Partecipa all’assemblea di Ateneo mercoledì 4 novembre h 16.30 in U6/39: https://goo.gl/gmrR7N