Continua la campagna sull’accesso all’insegnamento: le nostre proposte in conferenza stampa alla Camera

by / Commenti disabilitati su Continua la campagna sull’accesso all’insegnamento: le nostre proposte in conferenza stampa alla Camera / 156 View / 20 gennaio 2015

Share
Il dibattito su scuola e Università si sta riaprendo, con l’annuncio del Governo Renzi di chiudere entro breve i decreti sulla “Buona Scuola”; tutto questo, tanto più  fronte dell’insuccesso della consultazione, e, per converso, delle decine di piazze italiane riempite in questo autunno da studenti e studentesse, si inserisce perfettamente nel solco dei governi precedenti che hanno legiferato in materia di scuola ed Università senza alcuna percezione concreta dei reali problemi che oggi vive l’istruzione pubblica, ma trovando come unica e dominante soluzione lo smantellamento lento e continuo della formazione. La mancanza di una reale conoscenza dell’Università pubblica si nota in maniera particolare nel testo firmato Renzi-Giannini; il cambiamento delle modalità d’accesso all’insegnamento ne è una prova: l’attivazione delle cosiddette magistrali abilitanti a partire dall’anno 2016, con la conseguente abolizione di tutte le forme di abilitazione oggi presenti -TFA, PAS, Laurea in Scienze della Formazione-, significa infatti lasciare fuori dalla possibilità di avere l’abilitazione per insegnare tutti gli studenti e le studentesse che oggi frequentano l’ultimo anno delle triennali e il biennio magistrale, una fetta consistente di persone che, in un mondo della conoscenza straziato e depauperato, avrebbero quantomeno avuto una strada in più per il loro futuro.
Come Link-Coordinamento Universitario attraverso la campagna #iovoglioinsegnare – radicatasi all’interno delle sedi universitarie di tutta Italia -, abbiamo costruito, con e per gli studenti, una proposta che vada ad intercettare proprio questa fascia: un terzo ciclo di Tirocini Formativi Attivi, da attivarsi nel 2017, modificato nelle sue linee rispetto alla struttura dei due passati cicli di TFA (ad esempio, con una tassazione progressiva e fasciata in base al reddito, con l’inserimento dei tirocinanti nei circuiti dei vari enti per il Diritto allo Studio, garantendo così loro servizi essenziali che sono ad oggi propri soltanto degli studenti).
Il 27 gennaio alle ore 13 presenteremo la nostra proposta sul transitorio in una conferenza stampa che si terrà presso la sala stampa della Camera e che vedrà anche la partecipazione della Federazione dei Lavoratori della Conoscenza (FLC). 
In questo incontro, a cui sono invitati parlamentari di diverse forze politiche e alcuni rappresentanti del MIUR, ribadiremo l’importanza di garantire a tutti e tutte una reale possibilità di abilitazione all’insegnamento, chiedendo con forza al Governo Renzi e alla Ministra Giannini politiche diverse rispetto a quelle messe in campo ad oggi in materia di Università pubblica e di formazione.