Continua la campagna per le elezioni studentesche a Pisa!

by / Commenti disabilitati su Continua la campagna per le elezioni studentesche a Pisa! / 145 View / 30 aprile 2014

Share

Nelle date 6, 7 ed 8 maggio si terranno le elezioni universitarie per l’elezione di tutti gli organi di rappresentanza studentesca all’Università di Pisa, e come sempre Sinistra Per… è pronta non solo a raccogliere la sfida della difesa dei diritti degli studenti in un tempo di crisi e di disinvestimento in università e ricerca, ma anche a mettere in chiaro come ha intenzione di farlo. Partiamo da quanto ci contraddistingue da ormai 20 anni, ovvero il metodo assembleare aperto a tutti, i valori di solidarietà, uguaglianza, democrazia, pace e la forte identità sindacale.

Quest`anno, tuttavia, la tornata elettorale universitaria assume un significato piu` ampio e interessa direttamente quale idea di universita` vogliamo portare avanti in atenao. Seguendo lo schema nazionale ed europeo delle larghe intese, quest’anno assistiamo, per la prima volta, alla formazione di una lista di larghe intese, Universitas – Insieme per l`Ateneo, che include iscritti che vanno dai Giovani Democratici fino a Forza Italia, fino, addirittura, a candidati dichiaratamente neofascisti (quest’ultimi prima candidati poi, a gioco fatto, considerati non più appartenenti a tale lista).

Un vero e proprio carrozzone elettorale che ha l’unico obiettivo di far rientrare, sotto falso nome, gruppi studenteschi che hanno in un caso appoggiato in un caso le riforme propugnate in questi ultimi anni (Gelmini, ma anche i Decreti Profumo), dall’altra difeso l’immobilismo del Ministro Carrozza e Giannini, inconsapevoli e incapaci di far riscattare l’Università Pubblica ai tempi degli F-35. Non a caso, il programma presentato è, sostanzialmente, inconsistente e, soprattutto, l`approccio di questa lista tradisce un`accettazione di fondo dello status quo, dei tagli al diritto allo studio e agli atenei pubblici, senza la capacita` di mettere radicalmente in discussione questo stato di cose

Il grimaldello con cui si prova a far passare tutto ciò è l’inganno nel dire di essere apolitici, candidati però in organi accademici che devono prendere scelte politiche. Preferiremmo che ogni studente potesse votare la lista che esprime chiaramente la propria idea di università pubblica e dei diritti degli studenti; insomma, gradiremmo una competizione chiara e trasparente. Evidentemente si pensa che un buon risultato elettorale si ottiene nascondendo le proprie idee.
La presa in giro degli studenti, purtroppo, non si limita al piano politico; riteniamo scandaloso che si siano inseriti nomi di persone diverse (tutti ex-rappresentanti di Ateneo Studenti) come secondi nomi di altre persone, inficiando completamente la comprensione della volontà dell’elettore e mostrando la considerazione dello studente non come soggetto da rappresentare ma come soggetto da sfruttare per riempire le urne.

Ecco perchè Sinistra Per…, con i suoi 230 candidati in tutto l’Ateneo, ribadisce che le elezioni non sono né un gioco né un concessione ma uno strumento fondamentale di democrazia e lotta politica, non dimenticandosi mai che nel decennio di tagli a tutto ciò che sia spesa pubblica, università compresa, chi rappresenta gli studenti non può vincere alcuna battaglia negli Organi senza una presenza nelle piazze e nelle assemblee.