CNSU: continua il lavoro di Studenti Indipendenti

by / Commenti disabilitati su CNSU: continua il lavoro di Studenti Indipendenti / 57 View / 20 novembre 2014

Share

Oggi si è svolta la decima seduta del CNSU. Questa seduta è stata principalmente dedicata alla discussione del Rapporto sulla condizione studentesca, che dovrà essere presentato pubblicamente  dal CNSU e sul quale abbiamo lavorato assiduamente in questi mesi.

Siamo estremamente soddisfatti che il  capitolo sul diritto allo studio che abbiamo presentato sia stato approvato  all’unanimità  integralmente e senza sostanziali modifiche, segno che il lavoro svolto in questi mesi, attraverso un percorso partecipato nei diversi atenei, è stato efficace e ha prodotto risultati molto significativi sia dal punto di vista tecnico della qualità dei dati raccolti sia da quello di una presa di posizione politica rispetto all’attuale situazione del diritto allo studio in Italia.rispetto agli obiettivi che il consiglio si pone. “Il tema del DSU è oggi estremamente rilevante, in quanto viene ancora una volta messo sotto attacco diretto attraverso gli ultimi provvedimenti varati da questo governo. Non si può uscire dalla crisi e senza un reale investimento nell’università e nel diritto allo studio per tutti.”

Inoltre abbiamo presentato un’interrogazione al Ministro relativa alla pubblicazione dei paramentri per il calcolo del costo standard ed un coinvolgimento reale del CNSU in questo processo, e un’altra relativa all’ingiustificata soppressione del corso di “Teorie e Tecniche dell’Audiovisivo” all’Accademia di Belle Arti di Roma.

In ultimo abbiamo presentato una mozione specifica sul caso del Polo Jonico con sede a Taranto dell’Università degli Studi “A Moro” di Bari, dai cui studenti ci sono state segnalate diverse criticità nell’attivazione di alcuni insegnamenti e nello svolgimento degli esami. A partire dalla nostra denuncia la Commissione preposta del Consiglio si è occupata di contattare Carlo De Santis, Presidente dell’A.Di.S.U. Puglia, l’agenzia regionale per il diritto allo studio pugliese, per richiedere immediate delucidazioni.
Il presidente De Santis ha riferito di essere a conoscenza della situazione, ma che non era intervenuto a seguito della risposta ufficiale del Polo Jonico di Taranto, il quale aveva rassicurato sul ripristino del corretto svolgimento delle lezioni e degli esami.
Verificheremo l’effettiva situazione direttamente con gli studenti e ci riserviamo di intervenire prontamente nel caso i disagi dovessero protrarsi ancora.