[Bologna] Il C.d.A. approva nuovi numeri chiusi: vergogna!

by / Commenti disabilitati su [Bologna] Il C.d.A. approva nuovi numeri chiusi: vergogna! / 50 View / 17 gennaio 2017

Share

Oggi al Consiglio di Amministrazione dell’ateneo si è votato sull’introduzione di nuovi numeri chiusi, in particolare a Scienze Politiche e Statistica. Da tempo chiedevamo una moratoria di ateneo sui nuovi corsi ad accesso programmato: estendere la sospensione annuale che avevamo ottenuto per Scienze della Comunicazione a tutto l’ateneo.

Avevamo già fatto un blitz in rettorato, incontrando la prorettrice Trombini che si era impegnata a istituire momenti di dialogo tra noi e il Rettore e il Prorettore alla Didattica. Nonostante la nostra insistenza per ottenere un incontro per esporre le nostre ragioni inascoltate, per tutto il mese di dicembre nessuno si è fatto vivo. Oggi la pratica approdava al CDA e abbiamo messo in campo un presidio di protesta chiedendo di essere ascoltati. Abbiamo ottenuto che il nostro senatore accademico potesse esprimere davanti al CDA le nostre proposte, ma con un tempo contingentato e senza possibilità di assistere alla discussione.

Discussione che è andata avanti, con un CDA chiuso alle ragioni studentesche che ha votato a larga maggioranza i nuovi numeri chiusi. Noi chiedevamo la moratoria di un anno, l’impiego dei punti organico a disposizione dell’ateneo per nuove assunzioni di docenti e ricercatori e l’impegno dell’università di Bologna di pretendere più risorse dal governo. Dovremmo aumentare i docenti ma tagliamo gli studenti. Questa vergogna targata Unibo sarà difficile da cancellare con provvedimenti che negano l’accesso all’università. Inascoltato il parere del consiglio degli studenti che su nostra spinta si era espresso contrariamente.

Oggi è un giorno nero per l’università pubblica ma noi non ci fermiamo e continueremo a lottare in direzione ostinata e contraria. Contro i poteri accademici e un’università di classe e per pochi.

Link Bologna – Studenti Indipendenti