Auguri a Libera! Auguri alle battaglie antimafia!

by / Commenti disabilitati su Auguri a Libera! Auguri alle battaglie antimafia! / 20 View / 25 marzo 2015

Share

Libera festeggia i suoi primi 20 anni: due decenni riempiti di impegno sociale e battaglie per estirpare il cancro mafioso dalla nostra società con le armi della solidarietà, della cooperazione, della promozione della cultura contro i soprusi e i ricatti della criminalità organizzata. A partire dalla campagna per il riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie, conclusasi con più di un milione di firme a sostegno e l’approvazione della storica legge 109/1996, Libera ha rappresentato un modello vincente e capace di rinnovare profondamente la lotta alle mafie: un modello basato sulla partecipazione e sulla collaborazione di associazioni e singoli provenienti da contesti e storie di se ma ugualmente impegnati quotidianamente nel miglioramento delle condizioni materiali delle persone. Perché esiste, oggi come 20 anni fa un estremo bisogno di antimafia sociale, con un forte protagonismo della cittadinanza nel costruire gli anticorpi al radicamenti mafioso.

Con una gigantesca marcia di 200.000 persone che hanno invaso Bologna lo scorso sabato in ricordo delle vittime di mafia, è stato esplicitata l’estrema attualità e la vigorosa salute di un progetto che non ha affrontato questo anniversario con ritualità ma con il piglio di chi vuole incidere profondamente nel presente. Con questo spirito siamo e saremo al fianco di Libera e delle tante e tanti che come noi non accettano lo stato attuale delle cose: le mafie sono ormai un fenomeno nazionale, come testimoniano le indagine che hanno scoperto un vaso di Pandora sulle infiltrazioni mafiose nelle regni del Nord Italia; povertà, disoccupazione e dispersione scolastica sono a livelli insostenibili, lasciando terreno fertile proprio alla criminalità organizzata; la corruzione sottrae risorse decisive ai servizi pubblici, politiche di inclusione sociale e di contrasto agli effetti della crisi economica sulle fasce più deboli della popolazione.

Sono solo alcune delle storture da combattere e che non trovano un’adeguata risposta da parte della politica, anzi talvolta incontrano una miopia che le riproduce e le alimenta anziché contrastarle. Per modificare profondamente il presente e per mette al bando mafie e corruzione siamo impegnati nella campagna per un reddito di dignità contro i ricatti di povertà e precarietà, nelle rivendicazioni per un diritto allo studio realmente universale contro abbandono scolastico e marginalità sociale, nella richiesta al Parlamento di approvare una legge efficace sugli eco-reati contro l’avvelenamento criminale del nostro territorio.

Facciamo tanti auguri a Libera e tutti noi, per un rinnovato impegno nel dare forza e concretezza a una sempre più necessaria dimensione collettiva nel contrasto della cultura mafiosa e nella lotta contro tutte le mafie.

Rete della Conoscenza

Unione degli Studenti

Link – Coordinamento Universitario