29 settembre: ministri di tutto il mondo unitevi, il vento sta cambiando

29 settembre: ministri di tutto il mondo unitevi, il vento sta cambiando

by / Commenti disabilitati su 29 settembre: ministri di tutto il mondo unitevi, il vento sta cambiando / 9 View / 28 settembre 2010

Share

Più di uno spettro si aggira per l’Europa. La crisi, la precarietà, e i fantasmi di quel che resta di scuole e università.
Il 29 settembre in tutta Europa, con la manifestazione a Bruxelles, e in Italia a Roma e in altre città Italiane, si segna la prima risposta all’Europa delle banche, incapace di costruire una risposta alla crisi, e delineare un futuro per il vecchio continente.
Il 29 Settembre noi studenti ci mobiliteremo in tu tta Italia, con azioni, manifestazioni e iniziative al fianco dei lavoratori, contro la precarietà e per un’altra idea di welfare. I provvedimenti di così detta austerità presi dall’Unione Europea, sono intrisi di una profonda ipocrisia: l’austerità c’è, ma solo per i più deboli, ed è sempre più vicina alla miseria.
Se le politiche dell’Europa stanno smantellando anche lo stato sociale, per quanto riguarda il welfare studentesco, in Italia non c’è molto da smantellare. Se uno studente europeo percepisce un reddito e ha sostegno per uscire di casa, studiare e crescere in autonomia. Gli studenti italiani tra tasse alte, diritto allo studio inesistente, welfare vecchio e familistico, uno Stato che priva di futuro intere generazioni.
La nostra generazione non è caratterizzata da un anno o un decennio di nascita, ma dalla cifra della precarietà, unica variabile certa che ci unisce. Ci unirà anche una grande lotta contro la schiavitù, per abbattere le forme di lavoro feudale, per dire che noi non moriremo precari, che noi non moriremo precari in questa Italia.
Ai Primi Ministri di tutt’Europa, agli 8 grandi, diciamo con forza che la mobilitazione cresce, il vento sta cambiando, è bene che si preparino ad una stagione di lotte. Ministri di tutto il mondo, unitevi!