12 marzo – né tagli né strumentalizzazioni

12 marzo – né tagli né strumentalizzazioni

by / Commenti disabilitati su 12 marzo – né tagli né strumentalizzazioni / 9 View / 10 marzo 2011

Share

banner_12_marzo

Quest’autunno il movimento studentesco ha organizzato, promosso e portato fino infondo una mobilitazione che ha costretto la politica a parlare dei problemi di scuola e università, defininaziata e smantellata a causa dalle politiche dei diversi governi che si sono alternati negli ultimi 15 anni.

 

Per questo vogliamo ricordare a quei politici attenti soltanto ai discorsi interni al Palazzo che gli studenti si sono mobilitati per mesi interi in quest’anno e che hanno occupato scuole, piazze, stazioni, strade contro le politiche di questo Governo. Forse qualcuno non se ne è accorto, forse dormiva. Non si può utilizzare per la conoscenza e per la scuola, lo stesso meccanismo di opinione che si è utilizzato per le escort del Presidente del Consiglio.

 

Non si può pensare di indire una manifestazione nazionale, di fare una battaglia se Berlusconi fa delle dichiarazioni scandalose e non quando passano sotto il naso dell’opposizione parlamentare le riforme sulla scuola, sull’università senza che si sia articolata una vera e radicale opposizione. Non si può pensare di chiamare il mondo della scuola in piazza, quando non si sono ascoltate le istanze delle piazze degli studenti degli ultimi 15 anni, in particolare degli ultimi mesi, studenti che si sono opposti con radicalità a chi vuole distruggere la scuola pubblica.Non si può pensare di scendere in piazza con chi la riforma Gelmini l’ha di fatto votata.

Non servivano le dichiarazioni del Premier per capire che questo Governo vuole distruggere la scuola pubblica, occorreva invece opporsi alle politiche e alle scelte economiche che il Governo ha fatto.

Noi nel frattempo continuiamo come abbiamo sempre fatto ad opporci giorno per giorno, a stare nelle piazze delle prossime settimane e dei prossimi mesi a ribadire la centralità del protagonismo studentesco anche sui temi della cittadinanza. Nelle scuole e nelle università porteremo le nostre proposte di riforma dal basso come l’AltraRiforma, per dimostrare al Governo e alla politica che la formazione si può e si deve cambiarla dal basso con processi reali di partecipazione.

Nè tagli nè strumentalizzazioni!

CORTEO STUDENTESCO – appuntamento Sabato 12 Marzo h 12:30 aldo moro

evento facebook: 

http://www.facebook.com/event.php?eid=192365330803150